Crocchè di patate con mozzarella filante

Crocchè Napoletano, meglio conosciuto come panzerotto, è un must della cucina napoletana e lo si trova in accoppiata alle zeppole in un tutte le friggitorie di strada di Napoli.

Cenno storico

Secondo alcuni storici i “panzarotti” deriverebbero dalle “croquettes di patate” della Francia angioina del XVIII secolo: un piatto molto amato dal Re e dalla sua corte. Le prime ricette infatti risalirebbero al 1798 quando Antoine Augusten Parmentier – nutrizionista alla corte del re Luigi XVI – ne il suo “Traitè sur la culture et les usages des pommes de terre, de la patate et des topinambours” illustrò e valorizzò l’uso del tubero per numerose ricette.

Secondo altre fonti, invece, sarebbero stati i conquistatori spagnoli a portarli a Napoli con il nome di “croquetas de jambon“. La ricetta di base spagnola sarebbe poi stata rivisitata dalle famiglie più umili napoletane sostituendo alcuni ingredienti presenti nella ricetta originaria come latte, prosciutto e uova con patate, sale, pepe e prezzemolo; ingredienti come uova, parmigiano e pan grattato sarebbero stati poi aggiunti successivamente.

Ma indipendentemente dalle dubbie origini, il crocchè di patate napoletano, è considerato uno street food classico partenopeo da gustare all’interno del famoso “cuoppo”: un cartoccio a forma di cono con al suo interno diverse tipologie di fritto servite ben calde.

Un tempo il “panzerottaro” attirava l’attenzione dei passanti gridando “Fa marenna, fa marenna! Te ne magne ciento dint’ ‘a nu sciuscio ‘e viento”, ovvero “Fai merenda, fai merenda! Te ne mangi cento in un soffio di vento”, oggi il crocchè è possibile consumarlo tra le tante friggitorie presenti nel centro storico, ma anche come ottimo antipasto nei ristoranti.

Ingredienti x 20 pezzi da 50 gr:

. 1 kg di patate farinose
. 100 gr di mozzarella
. 20 gr prezzemolo
. 50 gr di parmigiano reggiano
. 10 gr pepe nero
. q.b. sale fino

Per l’impanatura e cottura:

. 50 gr di farina”00″
. 4 pz uova intere
. q.b. sale fino
. 150 gr pane grattugiato

Procedimento

Scegliere delle patate che abbiamo quasi la stessa forma e peso. Lavare le patate e cuocere con la buccia in forno a 140 c° per circa 40/45 minuti. Raffreddare, sbucciarle e schiacciarle. Condire la massa di patate con il sale, pepe, prezzemolo tritato e il parmigiano grattugiato. Pesare dei pezzi da 50 gradi e aggiungete al cuore la mozzarella tagliata a strisciolina precedentemente. Dare la forma cilindrica con le mani.

Impanare tutte le forme con la farina, uova e pane grattugiato. Friggere in olio bollente, sgocciolate ed aggiungete sale e pepe. Servite ben calde nel cuoppo.

Buon Appetito